.
Annunci online

suibhne
Voglio sui miei taccuini scrivere le bazzecole che mi frullan per il capo, dar di morso a chi mi attacca, liberar la mia bile...
5 agosto 2008
Cartoni svedesi

Non è maggio (e neppure a maggio lo era) ma lo sembra. Un caldo piacevole, quello che da noi ci sarebbe a primavera, un'aria fresca e un cielo azzurro comme il faut. Soltanto che le strade sono deserte e questo ricorda che oggi è il 5 agosto, dannazione, altro che inizio maggio! ed io sono in BnF ancora una volta anche se a perdere un po' di ore a chiacchierare con lui


Stamattina ho vissuto un certo dramma di cui vi rendo partecipi perché so che siete sempre solidali e io ho bisogno della vostra solidarietà. Sono gli ultimi giorni a Parigi, sabato alle 14 ho l'aereo da Charles de Gaulle à Gênova e devo razionalizzare i bagagli entro quell'ora. Visto che non ho pagato il biglietto (ecco come è finito quel vaucher) ho deciso di spedire quasi tutto via posta. I pacchi XL di Colissimo delle Poste francesi sono minuscoli e tengono solo 7 kg mentre a me ne serve uno grande che ne pesi anche venti. Che fare? Prima lo cerco in una mega-copisteria. Mi accoglie una odiosa commessa a cui ieri avevo chiesto informazioni per le spedizioni UPS, troppo care. Le chiedo se hanno dei cartoni da imballaggio e lei mi dice "Sono là" indicando cose imprecisate. Rispondo con spocchioso sguardo interrogativo e dice "Sono in confezioni da dieci". Gli chiedo se ne vendono anche soltanto uno e mi dice un No sprezzante. Poi si illumina "Ma è per la sua spedizione UPS?" eh no, ho deciso di mandarli con la posta. Si rabbuia "Ah beh... sarà meno caro ma non c'è l'assicurazione!". Sta stronza. Se mi perdono il pacco so di chi è la colpa. "Non si preoccupi, devo spedire solo venti chili di mutande, correrò il rischio" ed esco. Sta stronza.

Allora vado in giro per cartoni. Avete mai provato a cercare un cartone? quando non ti servono sono ovunque, quando ne vuoi uno non lo trovi neppure a pagarlo! Giro per fruttivendoli, supermercati, negozi vari... Passo davanti a quella casa mezzo diroccata che ho visto il primo giorno, quando ho detto "Questa la fotografo domani, tanto sto qui tre mesi!" e avanti a quel ristorante vietnamita in cui ho sempre detto che avrei mangiato la settimana prossima. Nessuno ha un cartone da darmi e in più, di solito, rispondono sorpresi e stizziti. 


Poi vedo una pila di cartoni vicino alle cose di un barbone. Ricordo questo libro e resto interdetto per qualche istante: che faccio, rubo il cartone al barbone? Poi ricordo quel libro e mi riconosco incapace a usare il coltello o il coccio di bottiglia quindi desisto. Alla fine ripiego su due cartoni del'Ikea troppo piccoli, che un mio vicino di casa ha lasciato davanti al portone. Non sono affatto convinto e continuerò la mia ricerca... ma il tempo è sempre meno, diamine, e io lo perdo in biblioteca a leggere di crociate. 


E a scrivere stronzate a voi, tra l'altro...




permalink | inviato da suibhne il 5/8/2008 alle 19:58 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
sfoglia
  

Rubriche
Link
Cerca

Feed

Feed RSS di questo 

blog Reader
Feed ATOM di questo 

blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 1 volte


Potete contattarmi qui:

suibhne@hotmail.com



tumblr.


friendfeed


last.fm



BlogItalia.it - La directory italiana dei blog

 

Technorati Profile
Add to Technorati Favorites


Zeitgeist







IL CANNOCCHIALE