.
Annunci online

suibhne
Voglio sui miei taccuini scrivere le bazzecole che mi frullan per il capo, dar di morso a chi mi attacca, liberar la mia bile...
21 aprile 2009
Non sento più le spalle

Incurante del torcicollo, della pioggia che mi aveva aveva scolato (aveva scolato me, due colleghi, calendari, un simbolo di una manifestazione nazionale eccetera), dell'incontro-scontro tra una rabbina riformata (la prima rabbina d'Italia, che da giovane si era travestita da uomo per entrare in sinagoga, come Yentl) e una ebrea femminista ma ortodossa, incurante di tutto questo son tornato in palestra.


In un'altra palestra, miei cari, che quella di prima non mi soddisfaceva. Nella palestra dove mi avevano quasi convinto a iscrivermi due anni e mezzo (e otto secoli) fa. In effetti la palestra è molto elegante, ci sono solo giovani, ci sono dei personal trainer che ti scrutano e ti stimolano, c'è profumo di bagnoschiuma e non di sudore, quando corri sul tapis roulant - moderno e pieno di funzioni bruciagrassi o titilla cuore! - hai davanti degli schermi televisivi che trasmettono video alla moda. O meglio, li avrei visti se mi fossi messo le lenti a contatto o se mi fossi tenuto gli occhiali, cosa che ho pensato bene di non fare, con la conclusione che la  palestra mi è parsa un po' annebbiata, che ogni tanto mi sembrava che qualcuno mi guardasse da lontano ma senza capire se volesse l'attrezzo che stavo usando, si chiedesse perché non lo saluto o mi volesse picchiare. Ho soltanto intercettato lo sguardo di un ragazzetto pigro che deve avermi individuato - chissà perché - come lavativo e cercava una alleanza antibrunettiana di fannulloni, continuava a sbuffare e a fare facce come per dire "Eh, ma che stanchezza eh?". 


Solo che sono molto determinato, io, e non l'ho degnato di un cenno. 




Papa can you hear me?

Papa can you see me?

Papa can you find me in the night?

25 luglio 2008
Grondare. Pcium.

Il naso può colare psicosomaticamente? Vi spiego, io sono un po' raffreddato causa aria condizionata bastarda, tempo altalenante (oggi fa caldo, ieri pure, due giorni fa si moriva di freddo) e causa il fatto che ogni tanto io son raffreddato punto e basta. Tra l'altro oggi ho pure il torcicollo che in francese si chiama, senza alcun senso del ridicolo, torticolis, e che è un'altra di quelle cose che ogni tanto ho. Come anche le afte ma lasciamo stare. Ad ogni modo, vi spiego perché psicosomatico: il naso mi cola quando leggo 'sti cataloghi di biblioteche di duchi borgognoni o 'sti grundriss allora mi alzo, corro in bagno per rubare carta igienica o al café du temps per rubare delle serviettes (ho finito i fazzoletti di carta, dannazione... l'altro ieri a furia di tirare su col naso una signora francese me ne ha buttato - esasperata e pietosa - un pacchetto intero) e come per magia il naso non gronda più. Che il mio corpo voglia dirmi Esci, che ci fai in biblioteca a fine luglio? Oppure è solo il fatto che tenere la testa china agevola lo scorrimento del muco verso l'esterno del corpo?

Mentre mi pongo queste domande e aspetto le vostre risposte, salgo alle loges per vedere due microfiches e avremo la risposta, visto che lo schermo dove si leggono mi obbliga a tenere la testa dritta.

Pcium.

30 gennaio 2008
La soluzione per il torcicollo
Ieri pomeriggio, verso le cinque, ho deciso che avevo lavorato troppo. Allora ho infilato il mio mac nella borsa e me ne sono andato a fare un giro. Dovevo comprare il pane, il formaggio e della verdura ma ho deciso di regalarmi un paio d'ore. Sono andato da Manor a vedere se trovavo delle cuffie per l'iPod (non le ho trovate) poi nel reparto uomo ho cercato maglioni rossi, ma niente. Poi son stato da Jelmoli (niete da dichiarare), WE (dove stavo per provare un paio di pantaloni che costavano 20 franchi ma poi mi è stata antipatica la commessa e me ne sono andato, anche se forse domani ci torno), poi sono andato da una specie di discount del DVD, del CD e del libro di poco conto e, ricordandomi una chat con lui e il consiglio di un suo amico, ho comprato il primo cofanetto di Six Feet Under. Poi sono entrato in un altro negozio dove una ex sudamericana ormai inschwizzerita ha provato a vendermi un maglione rosso di lana per trecento franchi, 'sta stronza. Ho trovato una scusa, poi sono andato nella solita libreria e mi sono trattenuto dal comprare il libro su Bogart (ma lo compro domani, o forse dopo...) quindi alla Coop per comprare zucchini, pane, latte, sapone per le mani, yogurth in offerta (ho sbagliato il tipo, però, e invece di prendere quello alla fragola ho preso quello alle arance rosse e zenzero... buono, vi dirò...) poi da Orell Fussli e quindi sull'11 verso casa, dove mi sono fatto la pasta con le zucchine e ho guardato cinque episodi di Six Feet Under.
Quindi ho sentito che mi veniva un po' di male al collo e ho capito. La colpa è della maledetta borsa pesantissima che mi carica di tensione le braccia, le spalle e - quindi - il collo! Ecco perché! Urge riformulare l'annuncio di tempo fa: chi vuole proporsi per il ruolo di correttore di bozze, portaborse, schiavo di compagnia deve mandare foto, curriculum e lettera devozionale di motivazione a questo indirizzo mail. Ambosessi, alfabetizzati, tra i venti e i trentadue anni, automuniti, astenersi perditempo e agenzie.
DIARI
25 gennaio 2008
Il phon e i trent'anni
Oggi, venerdì 25 gennaio 2008, mi sono asciugato i capelli con il phon, per la prima volta da quando mamma non mi fa più il bagnetto, con lo scopo di evitare torcicollo e cervicale. Sono entrato ufficialmente (quattrocentocinquantacinque giorni prima del compleanno incriminato) un trentenne che vabbé, non ne ha ancora quaranta ma cazzo, non ne ha neppure più venti.

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. torcicollo trent'anni phon cervicale

permalink | inviato da suibhne il 25/1/2008 alle 21:33 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa
sfoglia
  

Rubriche
Link
Cerca

Feed

Feed RSS di questo 

blog Reader
Feed ATOM di questo 

blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 1 volte


Potete contattarmi qui:

suibhne@hotmail.com



tumblr.


friendfeed


last.fm



BlogItalia.it - La directory italiana dei blog

 

Technorati Profile
Add to Technorati Favorites


Zeitgeist







IL CANNOCCHIALE