.
Annunci online

suibhne
Voglio sui miei taccuini scrivere le bazzecole che mi frullan per il capo, dar di morso a chi mi attacca, liberar la mia bile...
8 ottobre 2009
Shampoo all'uovo e rum. Vita su Marte.
Sono arrivato. A Linate ho incontrato quattro celebrità (Samantha de Grenet - ha una pelle disperante - Dario Cassini - uh come è ingrassato - Enzo Bianchi - !!! magari era con Gabriella Caramore ma non l'ho riconosciuta !!! - e Giorgio Forattini - che ha pure volato con me, aveva i calzini viola e la faccia sempre spaventata) poi siamo decollati con un'ora e venticinque di ritardo.

Quindi Orlyval e RER, che però andava a passo d'uomo perché c'erano state collisioni e diversi incidenti e quindi il traffico era rallentato. Arrivo a (quasi)casa ed è Life on Mars, nel senso della serie UK o US (o prossimamente IT, a quanto dicono): non solo la tappezzeria, la moquette, le appliques e le rifiniture sanno di anni '70 (forse Sessanta), c'è anche l'odore della casa sigillata in cui viveva, immobile da dieci anni, la zia di mia mamma, negli anni '80 (se fosse Flash Forward ora vi espliciterei: 1980 - 10 = 1970!).

Perfino l'asciugacapelli risponde in tutto e per tutto all'idea di modernità e progresso degli anni Sessanta, è di metallo lucido e affusolato come la fantascienza o i caroselli dello shampoo all'uovo e rum.

Ora però, se permettete, dormo.
14 agosto 2008
Dopo l'esplosione. Horror Vacui e un cellulare pericoloso
Tornavo a casa a piedi, stanotte, in questa città tropicale appena distrutta da una bomba atomica. Mi crucciavo per non aver pensato a portarmi dietro l'iPod che è sempre comodo, quando si torna a casa a piedi... Ti senti un po' Gabriella Caramore (in 'sti giorni parlano della religione dei Lobi del Burkina Faso), moduli il passo su Capossela, ti innervosisci per un nuovo libro presentato a Fahreneit... Invece stanotte no, cammino completamente solo perché davvero non si sentono rumori - una macchina ogni tanto, una tv dall'ultimo piano - e non si vede uomo che dici umano. Io quando sono da solo e non sento nessun rumore sento l'irrefrenabile desiderio di colmare il silenzio. Allora mi metto a strascicare i piedi, a schioccare le dita, a picchettare con le nocche un cartellone di metallo che pubblicizza la Nannini che farà un concerto. Non so per quale motivo, horror vacui probabilmente, ma mi capita solo in strada. Non ho problemi con il silenzio di casa mia, delle biblioteche o di un prato in campagna, tutt'altro. Ma mi sembra che la strada non possa essere silenziosa, non è fatta per quello.

Ad ogni modo, stasera camminavo e sudavo e ho deciso di ingannare il tempo, tra un cartellone della Nannini, uno schiocco di dita e una cantatina, di guardare il mio nuovo supermoderno cellulare touch screen e di vedere che cosa riesce a fare. Quando mi sono reso conto che non mi accontentavo di guardare se c'era qualcuno su skype, di controllare la posta o di leggere le novità sull'Ossezia ma ho cercato di accedere a facebook ho capito che questo nuovo cellulare supermoderno può essere immensamente pericoloso...

Fatta la doccia, mi sto infilando a letto e sto per finire Le benevole. Domani vado in campagna, a passare Ferragosto con i miei e a fare la grigliata come quando ero bambino. Non ricordo da quanti anni non mi succedeva... 

Non credo avrete mie notizie fino al 16... sempre che non riesca a far qualcosa col cellulare, ma spero di no.
sfoglia
  

Rubriche
Link
Cerca

Feed

Feed RSS di questo 

blog Reader
Feed ATOM di questo 

blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 1 volte


Potete contattarmi qui:

suibhne@hotmail.com



tumblr.


friendfeed


last.fm



BlogItalia.it - La directory italiana dei blog

 

Technorati Profile
Add to Technorati Favorites


Zeitgeist







IL CANNOCCHIALE