.
Annunci online

suibhne
Voglio sui miei taccuini scrivere le bazzecole che mi frullan per il capo, dar di morso a chi mi attacca, liberar la mia bile...
25 agosto 2009
Alle spalle dei comunisti, ovvero: Son arrivato
Vi basti che son arrivato, che son vivo, che sto per entrare in un reality, che lo studio dove starò fino al 12 settembre è molto carino e che vivo praticamente sul retro della sede del Partito Comunista Francese.

Più notizie stasera, tra cui: Kakà, un bergamasco, un passeggino e un preservativo (eh già), un reality (appunto)...
DIARI
28 luglio 2007
Doppio sogno

Avvertenza per lei: NON leggere questo post.

Nella prima notte a Genova faccio sogni un po' strani. Innanzi tutto sogno di sfogliare l'atlante stradale di Parigi, dove risultano tratteggiate a penna strade, piazze e giardini sull'acqua che non esistono ma che nel sogno mi erano piaciuti molto. Poi vivo una strana avventura e riformulo l'invito a lei: non leggere oltre. Sono su un aereo bianco con banda rossa sul lato con un'amica che non vedo da anni ma a cui ero molto legato dune quindicina di anni fa. L'aereo cade, ma questo non lo ricordo, perché il sogno inizia che siamo già in mare. L'aereo galleggia e noi siamo lì aggrappati, con il giubbotto di salvataggio che avremo gonfiato di sicuro dopo essere usciti dalle uscite di sicurezza, visto che faccio sempre quello che mi dicono le hostess in caso di incidente aereo. Ad ogni modo, ad un tratto l'aereo inizia ad imbarcare acqua, noto che sul fianco della carlinga c'è uno squarcio dalla testa alla coda. L'aereo inizia ad affondare lentamente ma inesorabilmente, io ci metto in salvo e sono abbastanza tranquillo, solo che penso: "Chissà se siamo vicini a un porto e ci verranno a salvare. Chissà quanto ci metteranno a capire che siamo caduti in mare...". Non so perché ma nel sogno l'aereo era confuso con una nave, evidentemente, che parte da un porto e che ha bisogno di scialuppe di salvataggio. Di certo ci salviamo, perché poi mi ricordo che passeggiavo con lui in giro per una città che non è Parigi ma che è molto più calda, dobbiamo arrivare in un punto segnato sulla cartina di Parigi dell'inizio, che dopo lungo peregrinare finalmente troviamo. Entriamo in questo specie di stabilimento balneare (c'è odore di cabine di legno assolate e costumi da bagno bagnati), poi mi sveglio. Non è la prima volta che mi sogno un aereo che non fa il suo dovere, ricordate?

Boh, sogni che ne dici?


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. aereo sogno

permalink | inviato da suibhne il 28/7/2007 alle 11:59 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa
17 febbraio 2005
Pezzi di lingua tagliati e un aereo ultraleggero. Polpo sullo stomaco.

Ieri ero piuttosto stanco, causa inquietudini professionali e giornata politica intensa. Arrivato a casa alle undici e mezza di sera, affamato al punto che mi sarei mangiato un piatto di insalata di polpo, un bombolone frittofrittofritto e un paio di caramelle per poi ficcarmi sotto le coperte, ho mangiato un piatto di insalata di polpo (evitando accuratamente i cetriolini sottaceto), un bombolone comprato amorevolmente da mio padre la mattina ma che ormai era intriso di olii esausti e un paio di caramelle alla menta perché non si sa mai. Poi, visto che la storia non insegna nulla, a mezzanotte e poco più mi sono messo sotto le coperte, dopo una breve occhiata a televideo. Erano mesi che non andavo a letto tanto presto. Com’è, come non è in breve mi sono addormentato e ho iniziato a sognare cose strane:



Camminavo per non so che strada cittadina assieme a gente che non so e a the-saint, passiamo vicino a un cartellone di propaganda politica in cui campeggia un eccentrico simbolo di Uniti nell’Ulivo: all’interno del cerchio del simbolo la scritta in blu in carattere psichedelico da Seventies Uniti nell’Ulivo e all’interno della scritta il classico simbolo con il rametto ma senza l’azzurro dello sfondo. Il simbolo in sé mi appare brutto, ma the-saint ci si incazza proprio e inizia a dire che così non si può andare avanti e che tanto vale votare Bertinotti per non diventare democristiani. La cosa che anche nel sogno mi ha sorpreso è che la critica partiva dal simbolo e lì si fermava, non aveva motivazioni politiche. Per questo motivo la critica mi era parsa strumentale e un po’ di facciata. Non riesco a capire per quale motivo abbia proprio sognato the-saint, ma forse il fatto che ora sia in Svezia e che non abbia soldi per rispondere all’SMS che mi ha scritto è un elmento da prendere in considerazione.



Subito dopo mi trovo su un treno che sta portandomi a casa. Ci sono io, le persone di prima che non so. In più c’era anche lei, non presente fisicamente ma sapevo che c’era. Mi trovo con the-saint in una specie di cabina di pilotaggio in testa al treno, è notte e siamo in grande ritardo. Non so di cosa stiamo parlando. A un certo punto arriva una comunicazione dall’altoparlante: Tra poco arriveremo nella stazione di Bordighera, dovrete scendere tutti perché prenderemo un piccolo aereo fino a Genova, ci scusiamo per il ritardo. Da una parte ci sorprendiamo per i metodi innovativi delle ferrovie per non arrivare in ritardo, dall’altra sentiamo che c’è qualcosa sotto. Chiedo a una hostess il motivo dello spostamento su aereo ultraleggero e mi dice che a un passeggero si era staccato un pezzo di lingua (fa il segno con il mignolo come a tagliare una fetta laterale) e che doveva andare all’ospedale. Scendiamo dal treno in una specie di radura notturna, luci arancioni da stazione benché in stazione non siamo. Io penso all’aereo ultraleggero e ai voli di quest’estate in America con lei. Mi sveglio con un discreto mal di testa a mezzogiorno e venti perché suona il telefono.



Sogni, che è ‘sto casino?


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. sogno aereo

permalink | inviato da il 17/2/2005 alle 13:3 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (7) | Versione per la stampa
sfoglia
  

Rubriche
Link
Cerca

Feed

Feed RSS di questo 

blog Reader
Feed ATOM di questo 

blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 1 volte


Potete contattarmi qui:

suibhne@hotmail.com



tumblr.


friendfeed


last.fm



BlogItalia.it - La directory italiana dei blog

 

Technorati Profile
Add to Technorati Favorites


Zeitgeist







IL CANNOCCHIALE